10 consigli per migliorare la digestione

A rischio di bruciore di stomaco, costipazione e altri gonfiori? Scopri 10 buone pratiche da applicare per digerire con sicurezza!

1 / Una dieta equilibrata

Può sembrare ovvio ma … a volte viene dimenticato. Un’igiene alimentare adeguata ci protegge da molti disturbi, compresi i disturbi digestivi. Quindi iniziamo sbucciando il nostro piatto prima di andare avanti!

2 / Un piatto su misura

Alcune persone hanno difficoltà a digerire i cavoli, altre i peperoni o le verdure crude. Non importa, il riflesso giusto è inserire nella lista nera gli alimenti che disturbano il sistema digerente. L’unica regola che può valere per tutti: bolle e gomme da masticare possono causare problemi di aerofagia, è consigliabile evitarli.

3 / Individuare le intolleranze

Al di là delle difficoltà che l’organismo può incontrare nel digerire cavolfiori o lenticchie, alcuni di noi soffrono di vere e proprie intolleranze alimentari. Questo è il caso dell’intolleranza al glutine o al lattosio. La buona idea? Sottoponiti a un test per identificare il problema in modo da poterlo finalmente porre fine!

4 / Consumo di fibre

Prerequisiti per una facile digestione, la fibra deve essere trovata ad ogni pasto attraverso l’ingestione di frutta, verdura, cereali intero o legumi. Obiettivo numero 1: promuovere il transito!

5 / L’aggiunta di alcune spezie

Se l’uso del pepe di cayenna non è consigliato quando hai uno stomaco sensibile, non privarti di il piacere di gustare un piatto ricco di pepe o zenzero, due spezie note per favorire il funzionamento dell’intestino.

6 / Un livello soddisfacente di idratazione

È raramente menzionato e tuttavia … l’acqua svolge un ruolo cruciale nel mantenere un buon transito. Pensiamo quindi di consumare almeno 1,5 litri di acqua ogni giorno. Da fare: scommetti su tisane con proprietà digestive come verbena, camomilla, menta o liquirizia.

7 / Attività fisica

Niente come una passeggiata digestiva per attivare meccanicamente gli organi responsabili della digestione. Bastano pochi minuti dopo il pasto, sarebbe un peccato farne a meno!

8 / Masticare sufficiente

Stiamo parlando di predigestione, questo passaggio cruciale che aiuta lo stomaco a lavorare. Se masticato bene, il cibo viene digerito meglio, con conseguente minore secrezione di succhi gastrici, responsabili delle sensazioni di bruciore. Allo stesso modo, mangiare in un’atmosfera tranquilla e prenderti il ​​tempo per assaporare il cibo ti consente di evitare di ingerire quantità superiori alle tue esigenze (e responsabili di problemi digestivi).

9 / Attività fisica regolare

Il movimento gioca un ruolo importante nel regolare svolgimento del transito. Facciamo quindi affidamento sulla pratica di camminare, andare in bicicletta o attività acquatiche per bilanciare il nostro sistema digerente. Inoltre da fare: praticare yoga, Qi-Gong o sofrologia per imparare a canalizzare lo stress a volte responsabile di disturbi digestivi.

10 / Integratori alimentari mirati

In caso di temporanea disregolazione, l’assunzione di probiotici mirati migliora la flora intestinale, migliorando così l’equilibrio del transito. Prodotti come l’argilla o il carbone attivo possono alleviare le sensazioni di acidità o gonfiore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *