Sport: l’antidoto allo stress sul lavoro

Fliriti regolarmente con il burnout e ti chiedi come alleviare lo stress? Il fitness e l’allenamento con i pesi possono aiutare. Spiegazione.

Gestione dello stress professionale attraverso lo sport: mito o realtà?

Quando ti senti facilmente irritato, non molto paziente, ansioso o addirittura depresso, stress y è spesso per qualcosa. Una vera piaga delle società moderne, non è tuttavia inevitabile. Basta guardarsi intorno per stupirsi della buona forma di alcuni colleghi che sono soggetti agli stessi vincoli e sempre di uguale umorismo, con il sorriso sulle labbra. Il loro stivale segreto? Gli studi dimostrano che praticare attività fisica regolare e sport in modo significativo riduce la sensazione di stress sul lavoro . A questo proposito, come funziona lo stress?

Stress: un meccanismo noto

Che sia al lavoro o altrove, una situazione di stress è il risultato di uno stimolo concreto (file da restituire, situazione di conflitto, pressione della figura, ecc.) . Questo trigger fa sì che il corpo risponda, sia fisico (aumento della frequenza cardiaca, contrazione muscolare più intensa) che psicologico (aumento del livello di attenzione).

Queste reazioni, che ci arrivano direttamente dai nostri antenati più antichi, non hanno altro scopo che prepararci al volo o all’attacco (come se fossimo di fronte a un predatore). Utile in determinate situazioni, lo stress può aumentare le prestazioni ma, quando diventa cronico, provoca un aumento del cortisolo (l’ormone dello stress), ponendo così le basi per vari disturbi e malattie. Questo è il motivo per cui non si dovrebbe mai permettere allo stress di stabilirsi nella cronicità . Più facile a dirsi che a farsi?

Sport, questo antistress naturale

È grazie a una comprovata azione ormonale e al suo lato divertente che lo sport (Zumba ®, aquabike, Bodypump ™) gioca antidoti naturali contro stress professionale e personale. Ma devi ancora trovare il momento giusto per approfittare dei suoi vantaggi. Le tue giornate sembrano troppo impegnative per riuscire a rientrare in una sessione di fitness? Non importa, abbiamo individuato diverse nicchie. Trova il tuo!

1 / La pausa pranzo: il must per partire con il piede giusto

Dopo una mattinata in movimento, non c’è niente come una seduta di fitness per ricaricare le batterie e riprendere lavorare su nuove basi! Da fare: pianifica almeno 30 minuti di attività sportiva e prenditi il ​​tempo per mangiare portando il tuo pasto.

2 / Coffee break: li trasformiamo in pause yoga o passeggiate

Avviso a chi ha una stanza nascosta. Se la pausa pranzo non ti permette di praticare uno sport, puoi sempre regalarti una mini sessione di HIIT, yoga o camminata al posto della pausa caffè.

3 / Viaggi: momenti chiave per essere attivi

Non hai tempo durante la giornata per praticare attività fisica? Buone notizie, ci sono ancora le rotte. Piuttosto che usare l’auto, andiamo a fare passeggiate, fare jogging (è necessaria la doccia in ufficio), pattinare, andare in bicicletta o andare in scooter. E se la metro è ancora indispensabile, optiamo per le scale e corriamo nei corridoi!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *